IOTSolutions – ricerca di un approccio

Quale l’approccio migliore per affrontare un argomento enorme come questo? E’ iniziata la ricerca.

  • Cos’è
  • Dove applicarlo
  • Fra quali entità
  • Principi filosofici
  • Conseguenze etiche
  • Conseguenze tecnologiche

So che il mio frigorifero è venuto a sapere dalla mia bilancia che sono un pò sovrappeso. Così adesso, quando il frigo genera la lista della spesa direttamente sul mio smartphone, omette certi cibi, tutelando la mia salute, ok, ma togliendomi piaceri a cui io non vorrei rinunciare.

Mi affascina molto l’interazione fra gli oggetti tramite la rete… ogni oggetto potrà avere una sorta di consapevolezza digitale degli altri oggetti che gli stanno intorno e… cercare di instaurare dei rapporti digitali che portino ad equilibri fra cose, collaborazione, coinvolgendo o meno gli esseri umani.

Fantascienza, sogni, lo so… ma mica tanto. Attualmente cervelloni in tutto il pianeta si interrogano su tutti gli aspetti che ruotano intorno a questo concetto. Makers utilizzano gli strumenti attualmente disponibile per creare cose nuove, prototipi, sperimentare, cercando di andare oltre il comune. Aziende si chiedono come applicarne i principi e farci i soldi. Professionisti si formano per dare risposte ai clienti

Parlandone con colleghi, amici, clienti ho capito che una parte importante dell'”approccio iot” è legata al fare cultura. La gente è immersa in un mondo “Internet delle cose”, ma non lo sa, non le interessa nemmeno.
Vedo che in Italia sono soltanto i tecnici, qualche imprenditore, qualche esperto di marketing, per cui è necessario fare divulgazione.

Siamo in gioco. Sporchiamoci le mani.