Il ruolo del consulente IoT

Nel mondo della tecnologia che cambia continuamente, ci si chiede quale sia il ruolo del consulente IoT: è una figura necessaria? è un ruolo che può essere occupato dai consulenti ITC già presenti nel mercato? Cosa lo rende diverso?

Una persona che decide di intraprendere il percorso del consulente IoT deve avere sicuramente un bagaglio di conoscenza tecnologica molto ampio e trasversale. Deve avere delle importanti conoscenze di architettura dei sistemi tecnologici, delle reti di computer e di come gli oggetti connessi possano farne parte comunicando fra di loro nel contesto che cambia di progetto in progetto. Deve conoscere i protocolli di comunicazione, per applicare quello corretto nel contesto specifico.

Non deve necessariamente avere conoscenze approfondite di elettronica applicata, o microelettronica, oppure di meccanica applicata o di robotica, ma deve avere un background tale che gli permetta di poter comunicare ed eventualmente coordinare le figure specialistiche, preziose e necessarie se coinvolte già nello studio di fattibilità.

Il ruolo del consulente IoT è strategico quando da un’idea di Business si vuole passare alla sua realizzazione, è la persona in grado di muoversi nel mercato delle figure specializzate per capire costi, dare il suo contributo nella stesura del Business Plan.

Il consulente IoT è necessariamente una persona appassionata e intraprendente. Deve sperimentare le tecniche e le tecnologie che quotidianamente offre il mercato per scegliere e consigliare le migliori nei contesti più adatti. Ma deve tenersi sempre su un livello più alto rispetto ad un ingegnere specializzato, non può e non deve affrontare i dettagli specifici del progetto.